Ho provato la crema notte che “risolleva” e rassoda!

Dopo tanti anni nel mondo beauty, questa è la prima volta che provo con attenzione un trattamento Chanel. Lasciate che vi racconti il perché. Quando ancora lavoravo, le creme e i trucchi firmati Chanel che ricevevo per i servizi fotografici erano ambitissimi dalle mie colleghe di redazione: quindi “tutti gli Chanel” che tornavano indenni dallo studio fotografico erano già prenotati per i loro regali di compleanno o di Natale. Ero troppo buona? Monica direbbe di sì! Ma io rispondevo sempre che “avevo una sola faccia” e non potevo provare tutto…

Adesso, però, tocca a me! Come avrete visto dal selfie, il mio viso è svuotato e cede soprattutto ai lati della mandibola. Serve davvero una strategia liftante/rassodante. 
Visto che adoro scoprire la tecnologia cosmetica, ho passato al setaccio la formula di Le Lift Crème de Nuit, come faccio sempre prima di provare una crema.  

Cosa contiene
Questa crema notte è composta per il 94% da ingredienti di origine naturale (e già mi piace). L’ingrediente principale è il concentrato botanico di alfalfa, fonte di minerali e oligoelementi. Per poter ottenere una migliore qualità, viene estratto da piante coltivate in Francia secondo i principi dell’agricoltura biologica. La funzione di questo concentrato è simile a quella del retinolo ma sulla pelle agisce in modo più delicato a due livelli: aiuta ad aumentare la sintesi di collagene I nel derma e a velocizzare l’attività cellulare notturna, fondamentale nel rinnovamento epidermico.

L’altro principio attivo è il Complesso Neuroattivo Notte composto da due sostanze: il tè bianco Silver Needle (appartiene alla famiglia delle camelie), ricco di polifenoli ed amminoacidi,  e l’epidermist, ingrediente ottenuto da un microrganismo marino. Il primo è lenitivo, l’altro aiuta a stimolare la sintesi di acido ialuronico. 


Cosa ne penso
Sto usando Le Lift Crème de Nuit da più di quindici giorni e la mattina il viso ha già un aspetto meno stanco e “spiegazzato”. I tratti sono più distesi e la grana della pelle è più compatta. La sua consistenza densa, sensoriale ed avvolgente, sprigiona un profumo delicatissimo. Questo trattamento si assorbe con facilità e per esperienza vi dico che ne basta davvero una piccola quantità perché ha una buona resa sulla pelle.

Le mie manualità
Per ottimizzare le sue proprietà sto seguendo il mini-protocollo suggerito da Chanel. Bastano 5 minuti ogni sera.

Prima di applicare Le Lift Crème de Nuit, tiro leggermente le guance verso l’esterno con le mani. Poi levigo la fronte con una mano e poi con l’altra, termino con un movimento circolare sulle tempie. Ripeto 3 volte. Questo è un gesto lenitivo e calmante, ispirato allo yoga, che serve a eliminare le tensioni dal viso.
Dopo aver applicato Le Lift Crème de Nuit, eseguo un gesto ispirato al “palper-rouler” che rassoda la pelle: pizzicottamenti delicati lungo l’ovale del viso prendendo la pelle tra il pollice e l’indice. Parto sotto il mento e risalgo spingendo i tessuti verso le orecchie, termino con un movimento levigante su tutto il viso. Questo movimento va fatto dal basso verso l’alto e ripetuto 3 volte su ogni lato. Infine con il dito medio, termino effettuando delle frizioni sui solchi naso-labiali, sul contorno occhi e sulla fronte.