Le Beauty's Angels
Stai leggendo l'articolo:
Viso: 60 anni… luminosi con Clarins!
1
Pelle

Viso: 60 anni… luminosi con Clarins!

Oggi volevo farvi conoscere la nuova crema Nutri-Lumière Revive di Clarins, dedicata alla generazione Silver (la mia!). In questa fascia d’età è facile avere il colorito spento tendente al giallognolo e soprattutto la pelle dall’aspetto poco vitale. Come potevo non provarla?

Ecco il mio report!

Sto applicando Nutri-Lumière Revive da 20 giorni. La sua consistenza è molto piacevole e il suo profumo delizioso. Assorbe bene e subito, lasciando la pelle liscia e vellutata. Un consiglio? Se amate Clarins come me, applicate questa crema dopo poche gocce di Double-Serum e non vi pentirete. Come dico da sempre, non aspettatevi un miracolo cosmetico ma un bel miglioramento sì.

Solo un pò di scienza: il concetto base

Faccio un passo indietro, la linea Nutri-Lumière (4 prodotti) nasce nel 2020 con l’obiettivo di “illuminare” la pelle over 60. La Ricerca Clarins ha infatti scoperto che l’invecchiamento dei fibroblasti (le fibre di sostegno del derma che danno turgore al viso) interferisce con una corretta ed adeguata micronutrizione cellulare: l’acqua, le vitamine, gli oligoelementi che, assunti con l’alimentazione, dovrebbero nutrire anche la pelle. L’insufficiente nutrimento cutaneo porta alla mancanza di luminosità e all’aspetto “denutrito” della pelle.

Com’è formulata la linea Nutri-Lumière?

La beauté par les plantes (la bellezza attraverso le piante) è il motto di Clarins, quindi gli attivi di Nutri-Lumière vengono dalla natura. In primo piano, gli estratti dal fiore e dal frutto dell’ippocastano, albero noto per la sua longevità, che dovrebbero migliorare sia la micronutrizione sia la luminosità cutanea. Ad altri numerosi estratti di piante, di cui alcuni bio, sono invece affidate molteplici azioni: idratare, ridensificare, energizzare, levigare…

E oggi una marcia in più: l’estratto di cachi e una texture viola!

Nutri-Lumière Revive (50 ml) ha una texture dal brillante colore viola, non si tratta però di una trovata di marketing… il viola contrasta il giallo: un escamotage che dà subito un colpo di luce al viso. Questa crema è infatti infusa di madreperle illuminanti viola che, riflettendo meglio la luce sulla pelle, correggono otticamente la carnagione.

Colorito giallastro: perché?

La causa è dovuta alla glicazione, fenomeno dovuto all’età. In breve si tratta della fissazione eccessiva di zuccheri sulle fibre di collagene, che ne provoca un irrigidimento e un aspetto più scuro, responsabile dell’ingiallimento dell’incarnato.

E ora la soluzione proposta da Clarins

Il potere protettivo dell’estratto di cachi, dall’azione anti-zuccheri, che aiuta ad attenuare gli effetti nocivi della glicazione sulla pelle. Il cachi è un frutto energizzante originario della Cina, ricco in vitamina C e di minerali.

Nella formula di Nutri-Lumière Revive un robusto cocktail di 9 estratti di piante bio… Nello specifico: l’estratto del fiore di ippocastano associato all’escina, l’estratto di Wakame, di Harungana, di Pianta di Goethe, di Marrubio bianco, di Dattero del deserto, Zuccheri di Avena, Burro di Karité e Olio di Jojoba,
che lavorano di concerto sulla pelle matura. La loro azione combinata? Stimolare la sintesi di collagene, dare più tono e compattezza, riabilitare la rete di “pro aging nutrition”, riattivare i meccanismi naturali di idratazione cutanea, uniformare il colorito…
Infine, il Complesso Antinquinamento Clarins, presente in tutti i trattamenti del marchio, difende la pelle dai danni dell’inquinamento atmosferico e dallo stress interno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.