Viso: l’emulsione idratante… universale!

Idratate e idratate ancora… È fondamentale per avere una bella pelle! Oggi vi suggerisco un prodotto della linea Super Aqua-Serum di Guerlain. Nata ben 30 anni fa, oggi si avvale di tecnologie all’avanguardia e di nuove scoperte relative al microbiota cutaneo (l’argomento più cool del momento in cosmetica).

Io ho provato…

Super Aqua-Emulsion Universelle (50 ml), trattamento perfetto, secondo me, per questa stagione. La sua texture è confortevole e soprattutto asciutta. È adatto alla pelle normale con aree sensibili propsio come la mia (soprattutto sulle guance) che ha bisogno di un’azione idratante ma anche calmante.
Va benissimo durante i viaggi quando la pelle è soggetta a maggiori cambiamenti e a sensazioni di fastidio (penso per esempio ai viaggi in aereo, con quell’aria secca e reciclata). L’ingrediente chiave di Super Aqua-Emulsion Universelle è l’olio di pino bianco.

Mai abbassare la guardia idratante!

Io applico questa emulsione mattina e sera al posto del siero. Mi basta la dose di una sola eogazione anche per il collo. Ha un delicato profumo floreale e me la porterò in vacanza per usarla prima del solare per il viso.

Le altre “due”

In gamma ci sono anche Super Aqua-Emulsion Riche e Super Aqua-Emulsion Légère, la prima più ricca per la pelle secca e l’altra leggera, più adatta alla pelle mista.
Ogni emulsione è ben equilibrata tra l’acqua e lipidi per livelli di idratazione su misura in base all’età, al tipo di pelle e al cambio di stagione. La formula fluida dell’emulsione leggera, la formula dell’emulsione universale e di quella ricca sono rispettivamente composte da 97%, 94% e 95% di ingredienti di derivazione naturale.

Due complessi esclusivi

In tutte e tre le emulsioni convivono due tecnologie che lavorano per ottenere un’idratazione duratura. Aquacomplex Advanced utilizza una combinazione di ingredienti che aiutano a stimolare i meccanismi naturali di idratazione della pelle, fornendo alle cellule cutanee la corretta dose di acqua al momento giusto e rafforzando la proteina (NFAT5) capace di rispondere allo stress idrico.

Spiega il dottor Frédéric Bonté, Direttore scientifico Guerlain: “La pelle è un ecosistema che dobbiamo rispettare e sostenere. Ecco perché abbiamo sviluppato il sistema AquaBiotic che aiuta a stimolare la crescita dei batteri buoni sulla superficie cutanea. Perché come “guardiani” questi batteri svolgono un ruolo difensivo contro gli aggressori esterni, garantendo sia la comunicazione tra cellule per regolare i livelli di idratazione sia per soddisfare le loro esigenze. Quando sono ben idratate, le cellule sintetizzano meglio l’acido ialuronico, il collagene e l’elastina”.

Ancora un pò di scienza sul microbiota

La Ricerca Guerlain ha studiato le comunità microbiotiche che vivono sulla superficie della pelle, dimostrando che la loro composizione viene influenzata dalla capacità della pelle di trattenere l’acqua e… viceversa, cioè che buoni livelli di idratazione possono rafforzare la diversità del microbiota. Cosa che è essenziale per avere un ecosistema cutaneo equilibrato, che si traduce in una pelle sana con una barriera in grado di difenderla dagli aggressori esterni.
Sottolinea il dottor Bonté che: “È necessario che la pelle e il microbiota evolvano insieme, interagendo reciprocamente. La pelle dà micronutrienti al microbiota; minerali attraverso il sudore, lipidi dal sebo e aminoacidi attraverso la funzione idratante naturale e lo zucchero. Il microbiota contribuisce a migliorare l’impermeabilità della barriera cutanea. Inoltre, il microbiota garantisce un dialogo costante con le cellule viventi della pelle attraverso le molecole che secerne e che fungono da regolatori, favorendo l’adattamento al suo microambiente”.