Che bella scoperta, il Gua-Sha!

Era parecchio tempo che volevo acquistare un “attrezzo” (o come si dice un beauty tool) per l’automassaggio del viso e, dopo varie ricerche, ho scelto il set Gua-Sha. L’ho trovato sul sito Giada Distributions che ringrazio per averci gentilmente permesso di postare il “video di istruzioni” sulla pagina Facebook delle Beauty’s Angels. Questo set è realizzato con pietre dai diversi colori e dalle particolari e differenti proprietà (in ossidiana, in quarzo rosa e in giada).
Considerato un precursore dell’agopuntura, per la routine di bellezza a casa il Gua-Sha aiuta a migliorare la tonicità della pelle e a garantire un effetto antiage. Mentre i movimenti eseguiti in Istituto per mano di un’operatrice esperta, aiutano in tanti altri aspetti del benessere.

Come si usa


Dato che le “manovre” richiedono molta attenzione, ho guardato più volte il video per imparare a usare il mio il mio Gua-Sha viola ametista.
Prima di tutto applico trattamento da notte sulla pelle ben detersa, poi eseguo i gesti che giudico più utili per cercare di migliorare i problemi del mio viso e del collo. Con movimenti delicati muovo il gua-sha verso l’esterno e verso l’alto ad eccezione delle zone laterali del collo. Da 6 a 10 movimenti alla volta.

Seguo il contorno dei muscoli e del viso con una pressione decisa ma non forte, la pelle del viso e del collo è molto sottile e delicata, quindi è meglio imprimere pressioni leggere. L’obiettivo è di stimolare la microcircolazione nella pelle e nei muscoli e di stimolare i nervi del viso.
Attenzione, alla fine del massaggio la pelle dovrebbe essere da rosa a rosso chiaro.


Le precauzioni
Non premere direttamente il Gua-Sha nell’orbita oculare. Si può posizionarlo nell’area sotto l’occhio e muoverlo delicatamente verso l’esterno con una leggera pressione. Non premere direttamente nel centro del collo. Non usarlo mai sulla pelle graffiata o con lesioni.

Non farlo cadere su piastrelle o superfici dure perché potrebbe rompersi.
Non maneggiarlo con le mani unte perché potrebbe scivolare via, va custodito nella sua scatola o in un pezzo di stoffa. Va lavato
con acqua e sapone neutro facendo attenzione alle parti metalliche.
Quando fa caldo, il consiglio è di immergere il Gua-Sha in una ciotola con acqua ghiacciata.

Due parole sul Roller


Il rullo massaggiatore ci è decisamente più familiare. Questo è formato due pietre di forma ovale, una più grande, per guance, zigomi, mento e fronte, e una più piccola dedicata al contorno occhi e alla zona labbra.
Serve per tonificare i muscoli del viso e del collo, ridurre il gonfiore sotto gli occhi (potete tenerlo in frigorifero), stimolare il drenaggio linfatico, distendere le rughe.
Si usa così. Sempre dopo aver applicato la crema da notte su viso e collo, spostare in modo delicato il rullo dal basso l’alto e dal centro del viso verso l’esterno. Prima sulla fronte, poi sulle guance, intorno alla zona degli occhi e delle labbra. Attenzione, sul collo il rullo va spostato in modo super leggero fin sotto sotto il mento evitando la parte centrale.