Ho provato il nuovo fondotinta di Chanel!

Fondotinta mon amour: lo consiglio a tutte. Perché rende la carnagione più uniforme e soprattutto perché protegge la pelle da tutto ciò che di dannoso circola nell’aria.

Fatta questa premessa, vi racconto la mia esperienza con il nuovo fondotinta Les Beiges, Teint Belle Mine Naturelle Hydratation et Longue Tenue (30 ml) di Chanel. In vendita in profumeria.

“Un nome così lungo sarà proporzionale ai suoi pregi?”… mi sono chiesta. Dopo aver usato questo fondotinta, direi di sì. Perché non è un semplice “trucco” ma un ulteriore trattamento che s’indossa sul viso.

Nella sua formula: sostanze idratanti, come la glicerina di origine vegetale, e l’estratto di kalanchoe, pianta del Madagascar, a cui la Ricerca Chanel si è ispirata per proteggere la pelle dall’inquinamento.
Per “familiarizzare” e abituarmi alla texture di Teint Belle Mine Naturelle, i primi giorni ne ho messo qualche goccia nella crema da giorno per distribuirlo meglio sulla pelle. Poi, ho iniziato a usarlo da solo. La sua consistenza è fluida e si “lavora” bene sulla pelle. Come sempre suggerisco di metterne poco per volta, semmai aggiungere prodotto, io parto dal centro del viso “tirandolo” con le dita verso i contorni e il collo. Attenzione a sfumare bene le pieghe nasolabiali se sono pronunciate per evitare di sottolinearle ancor di più.

Io uso sia la tinta B30 che la B20 (in gamma ce ne sono ben 35). La prima, leggermente più scura della mia carnagione, la applico quando voglio un colorito più vivace; la seconda, un filo più chiara, rende invece la mia pelle più luminosa.

Il merito è dei pigmenti, ben dosati, un duo di polimeri che rendono meno visibili imperfezioni, pori e piccole rughe, più polveri riflettenti e polvere di silice, che permette al fondotinta Teint Belle Mine Naturelle di durare a lungo. Il risultato è naturale e leggero proprio come piace a me.

Un escamotage per “smorzare” un fondotinta troppo scuro? Lo stesso che ho descritto sopra ma per un’altra ragione. Miscelare qualche goccia di fondotinta nella crema da giorno. In questo modo, sulla pelle il tono risulterà decisamente più chiaro. E non butterete il prodotto.

L’informazione in più
Questo fondotinta contiene Dimethicone, sostanza che lo rende piacevolmente scorrevole e aderente sul viso. Come abbiamo già segnalato nel post di altri prodotti simili, meglio non applicare questo cosmetico dopo una crema da giorno nel cui Inci (la lista degli ingredienti) ci sia un altro composto siliconico. Perché, sovrapponendoli, potreste ritrovarvi con piccoli grumi di fondotinta sul viso dato che i due trattamenti scivolano uno sull’altro senza fondersi tra loro.

Qualche suggerimento per scegliere il fondotinta più adatto alla pelle matura? Leggete questa breve scheda d’istruzioni.

Un altro fondotinta leggero? Leggete il post dedicato a quello di Lierac.